Brevetti Eolas: Microsoft aggiorna Internet Explorer 6

bitPortal.it: Programmazione Hardware e Software


 Programmazione
Visual Basic.NET
Visual C++
LabView
C/C++ con Linux
Tcl/Tk
Bash
HTML
Javascript
Sicurezza

 Collegamenti    esterni
Centinaia di Giochi Gratis ai quali Giocare Online
 Giochi Gratis

Settore Finanza: Guida al Trading Online
 Guida Trading Online

Settore Finanza: Guida Prestiti e Finanziamenti
 Guida Prestiti e Finanziamenti

Tutorial e articoli su Php, Xml, AJjax,VoIP ..
 WebSpazio.it

Articoli riguardanti il tema del lavoro da casa
 lavorare da casa

Tutorial sul web hosting + Articoli riguardanti il tema dell' hosting di siti web
  Hosting Sito Web

Inviaresmsgratis.it si propone come bussola per tutti gli utenti che sono alla ricerca di siti internet per inviare sms gratis.
  SMS Gratis

Directory in cui segnalare il vostro sito gratis
    Directory

Guida alla zoologia e alle specie animali
    Zoologia




  bitportal.it - News


Brevetti Eolas: Microsoft aggiorna Internet Explorer 6


Violazione brevetti - Microsoft rende disponibili gli aggiornamenti di Internet Explorer 6 necessari in seguito alla sentenza nella causa legale contro eolas.

02/03/06

Microsoft pubblica un aggiornamento a Internet Explorer che interessa la funzione di gestione dei controlli ActiveX.
Microsoft ha dovuto aggiornare questa funzione in seguito all'accusa di violazione di brevetto e alla relativa causa che lo vede contrapposto ad Eolas Technologies.

Nella causa Eolas rivendica un brevetto che copre alcuni metodi comunemente utilizzati nelle pagine HTML per aprire automaticamente certi oggetti attraverso odd-ons o plug-in del browser. I metodi di integrazione automatica di software nei browser sono molto usati nel web.
Questa volta anche il consorzio W3C si č schierato dalla parte di microsoft. La tesi sostenuta da microsoft nella causa si basa sull'esistenza di prove di anterioritą della tecnologia.

Vedremo come andrą a finire.

Fatto stą che questa modifica del modo di leggere le pagine da parte del browser imporrą a molti sviluppatori web a fare delle correzioni sulle loro pagine web.
Le modifiche fatte al browser impediscono ai controlli ActiveX caricati mediante i tag HTML applet, embed e object di attivarsi in automatico. In pratica per eseguirli bisognerą fare un'altro click del mouse.
Gli sviluppatori di pagine web per evitare fastidi alla navigazione dei loro utenti dovranno richiamare gli oggetti tramite script esterni evitanto i tre tag sopra.

Microsoft consiglia due metodi per evitare la visualizzazione del messaggio di avviso. Il primo č quello di non includere nessun elemento PARAM all'interno del tag OBJECT.
L'elemento PARAM normalmente inizializza il plug-in "incriminato". Un'altra soluzione č includere il nuovo attributo NOEXTERNALDATA, proprietario di Internet Explorer, nel tag OBJECT (ad es.: <OBJECT NOEXTERNALDATA="true" ...>). Questo metodo č valido solo se il tag PARAM non contiene un collegamento a sorgenti di dati esterni alla pagina Web che si sta visualizzando.
Altre soluzioni al problema si possono attenere utilizzando JavaScript, DHTML e altre tecnologie di scripting.


Potete risolvere il problema anche nel seguente modo:

Caricate il filmato in un file esterno e lo prelevate da quel file:

<script src="filmato.js"></script>
e in filmato.js: document.write(' il blocco da allegare su un unica riga ')


 Tutte le news